You are here > L'Associazione > Gruppo di coordinamento > Gruppo di coordinamento 2015

GRUPPO DI COORDINAMENTO 2015

   Riduci
 Riunioni gruppo di coordinamento 2015

Riunione gruppo coordinamento (allargato a comitato Targa) - 3.7.15  L'Aquila,
osteria "La Casareccia da Noemi"

 Presenti: Mimì Alessandri, Roberto Colacchia, Lino D’Angelo, Gianpiero Di Federico, Fernando Di Filippo, Roberto Iannilli, Antonio Mariani, Francesco Saladini, Geri Steve.

Hanno giustificato l’assenza Battimelli, Cravino, Forti, Grazzini, Iannetti, Marconi, Monti e Muzii.

Si comincia alle 11 seguendo o.d.g. della convocazione.

1. assemblea e raduno 2015 con relativo programma

Iannilli saluta i presenti e dà un particolare benvenuto a Lino D’Angelo, che considera vero e proprio “mito” della sua gioventù. Dà quindi lettura della lettera affidatagli da Pasquale Iannetti, impossibilitato a partecipare, che fornisce suggerimenti e indicazioni sulle regole che dovrebbero guidare l’assegnazione del premio Targa. La lettura fornisce buoni argomenti alla discussione. Esistono da anni molti esempi di premi alpinistici blasonati come il “Grignetta d’oro”, il francese Piolet d'Or, massimo riconoscimento alpinistico a livello mondiale, e molti altri promossi dalla scuole di alpinismo e scialpinismo, associazioni, riviste di montagna, ecc. che vengono assegnati alle migliori imprese alpinistiche realizzate. Nella maggior parte dei casi le imprese sono accompagnate da foto e film che le documentano, che diventano essi stessi complemento e parte integrante della rappresentazione. PlanetMountain, sito specializzato nel dare riscontro alle attività alpinistiche nelle varie forme, è citato ad esempio per lo spazio dedicato all’assegnazione del “Grignetta d’oro”.

Si discute sulla data più idonea per organizzare il raduno/assemblea a Prati di Tivo e si conviene di farla coincidere con il primo fine settimana di settembre con arrivo a partire dal pomeriggio di venerdì 4.

Mariani fa presente di essersi già interessato per la prenotazione, ma di aver ricevuto dall’hotel Miramonti,  l’unico albergo al momento contattato, una offerta non in linea con le precedenti frequentazioni. Si propone di sentire anche altre strutture e, per questo, Di Filippo si rende disponibile nella ricerca.

Saladini raccomanda di raccogliere le offerte degli alberghi nella forma e nei contenuti già sperimentati in passato e,  a tal fine, farà pervenire a Mariani lo schema a suo tempo predisposto.  

 Viene anticipata la discussione del punto 3. attività per la presentazione del premio "targa alpinisti del Gran Sasso",    

Si discute e al temine si decide che il pomeriggio di sabato 5, al termine dell’assemblea annuale, sarà dedicato alla presentazione del premio Targa. Seguirà la proiezione di film e foto da definire. Al riguardo Alessandri di dichiara disposto a mettere a disposizione le diapositive delle spedizioni abruzzesi al Karakorum.

Per la presentazione sarà preparata una locandina da postare su facebook ed affiggere nei luoghi più opportuni, comprese le sezioni del CAI. Della sua preparazione se ne  farà carico Iannilli che informa altresì i presenti che alcuni sponsor desidererebbero sostenere l’iniziativa: si tratta di singoli soggetti e di linee di abbigliamento sportivo, queste ultime richiedenti un minimo spazio nella locandina. Non tutti si trovano d’accordo, ma si conviene di farne una valutazione caso per caso. Saladini non disdegna questa forma di finanziamento se finalizzata a meglio raggiungere gli scopi dell’associazione.

Alessandri auspica che la prima premiazione, prevista nel 2016, possa essere fatta presso la sede della sezione CAI de L’Aquila, la cui riapertura, dopo il terremoto, dovrebbe avvenire a fine anno. 

Saladini ricorda di aver già proposto per la assegnazione della targa 'alpinisti del Gran Sasso', prima edizione 2016, lo storico gruppo 'Aquilotti del Gran Sasso', che la giuria potrà prendere in considerazione assieme alle altre realizzazioni che essa stessa individuerà e valuterà idonee.

Riguardo alle altre possibili iniziative nei confronti dei soci per la promozione degli scopi dell'associazione, resta cruciale il coinvolgimento di chi, praticando attivamente l’alpinismo, può desiderare di far parte degli ‘alpinisti del Gran Sasso’. Iniziative come quella svoltasi presso RRTrek, secondo Iannilli vanno ripetute in autunno per un aggiornamento su quanto realizzato. 

Di Federico, riprendendo il tema dei riconoscimenti, sia pure di valore simbolico, ricorda come nel 1986 al Festival internazionale di Trento gli fu conferito il ‘chiodino d'argento’ come miglior alpinista dell'anno. A parte il premio, la molla principale per quello che è diventato alpinisticamente è stata e resta l’amore per la montagna e la difesa dell’ambiente. Sono questi i valori che hanno sempre orientato le sue azioni, valori in cui i giovani credono e che portano a sviluppare al meglio le qualità umane ed atletiche.        

Steve osserva che in Centro Italia non esiste ancora alcuna iniziativa del genere, si considera al di fuori delle attività legate alla Targa, ma non è contrario che l’associazione provi a svilupparla.

 2. stato delle modifiche e dell'aggiornamento del sito internet

Colacchia  fa presente che la home page del sito riporta ora il nuovo nome dell’associazione, ma che a questo intervento relativo alla sola veste grafica, non è ancora seguito il resto, a partire dalla modifica dell’indirizzo della segreteria, l’indirizzo mail, ecc.

Si tratta di modifiche che Marco Di Gioia si è riservato di fare nel tempo libero, tempo che non trova, preso com’è dall’attività ordinaria.

Anche l’aggiornamento delle rubriche ed il caricamento dei nuovi documenti sul sito, ad eccezione di quello relativo a Pasquale Iannetti, sono praticamente fermi. Per questo però Marco si è impegnato a  mettere a disposizione uno stagista già a partire da luglio.

Saladini osserva che aver adottato per il sito una nuova piattaforma avrebbe dovuto consentire l’aggiornamento dei contenuti ai membri del ‘gruppo sito’ e ne chiede i motivi.

Colacchia, con analoghe valutazioni di Steve, fa presente che la piattaforma dot.net.nuke non si è dimostrata di facile utilizzo e che si è tornati a dover ancora interamente contare sugli interventi di Di Gioia.

Si conviene di prendere in considerazione l’abbandono della attuale piattaforma da sostituire con una di provata semplice ed autonoma gestione. Prima di dare attuazione a quanto prospettato, Saladini suggerisce tuttavia di dar tempo allo stagista di provvedere al completo aggiornamento dell’esistente avvisando nei modi dovuti Marco Di Gioia della decisione di soluzioni più radicali.

Colacchia si farà carico di informarlo e di riferire sui risultati.

 4. forme di finanziamento e quote sociali

Sulla necessità di far fronte alle maggiori spese per lo sviluppo delle nuove iniziative, si apre il confronto. Prevale l’idea di lasciare immutata la regola del versamento della quota una tantum per i soci già iscritti, mentre si ipotizza di stabilire una quota annuale di modesta entità (anche di soli 10 euro) per i nuovi  soci.

Resta aperta la possibilità di ricevere sovvenzioni dagli sponsor che l’attuale statuto non esclude.

Si chiude alle 13 per passare all’ottimo pranzo di specialità abruzzesi preparato dalla Sig.ra Noemi, sotto la regia del grande organizzatore che, come sempre, si è dimostrato Antonio.

                                                                                                 Roberto Colacchia segretario   


---------------------------------------------------------------------------------------------------------


 

 

 

 

 


 

 

   

 

 

 







Associazione Alpinisti del Gran Sasso
C.F.
93036720667 - Sede legale: Sezione CAI L'Aquila Via Sassa, 34 - 67100 L'Aquila - Segreteria: Via U. Tupini 133 - 00144 Roma
e-mail:
info@alpinistidelgransasso.org

Questo sito potrebbe utilizzare cookie tecnici per garantire la navigabilità, non verranno memorizzate informazioni di preferenza relative all'utente.
Continuando la navigazione si accetta il loro utilizzo